Il motore fa le bizze

Venerdì all’alba arrivo al semaforo tutto tranquillo con la mia Ibiza che ronfa sorniona come al solito quando, un secondo prima di ripartire allo scattare del verde, un colpo di tosse ed il motore inizia a borbottare e tutta la macchina a vibrare pesantemente. Scatta il verde, comunque devo togliermi dal Terraglio, accelero e la mia povera macchinetta avanza si, ma arranca senza forza vitale ne spunto, ma riesce a raggiungere una velocità di crociera tale da togliermi dall’incrocio e arrivare fino al parcheggio dell’ufficio. Li, a macchina ferma quando è a bassi giri riprende a borbottare, a perdere colpi al minimo e soprattutto vibra tutto a bassa frequenza. Vabbè non posso farci niente e vado a lavoro.

Quando a pranzo esco la riaccendo e lei sempre borbottante, ma decido che non posso lasciarla la e provo, con le debite precauzioni a muoverla un po’ per vedere come si comporta e se manifesta altri problemi ma i sintomi rimangono quelli, instabilità al minimo, forti vibrazioni, carenza di accelerazione. In prima battuta il pensiero che mi viene in mente è “sembra che vada con un cilindro in meno” nel frattempo cerchiamo su internet le possibili cause e troviamo problemi elettrici (scartati al volo), problemi alla valvola a farfalla (perchè no), sporco sul filtro della benzina che lascia passare poca benzina … l’ultimo mi fa drizzare le orecchie perché due giorni primi la macchina mi era andata in riserva e quindi magari poteva anche aver pescato nel torbido … ma vabbè visto che la macchina va, lasciala andare a arrivo fino al luogo deputato al pranzo dove parcheggio l’auto leggermente in salita. All’uscita del pranzo la riaccendo e, oppps, le vibrazioni sono molto più basse e il minimo è stabile. Mi rimetto in moto e pur con l’accelerazione ridotta sembra stare meglio e peggiora mano a mano. Quindi l’ipotesi dello sporco sul filtro potrebbe anche starci.

Convinto di quello vado dal mio meccanico di fiducia a Pordenone perché non ho la minima intenzione di abbandonare la mia cara macchina in mano ad un trevigiano, quindi arrivo dal mio uomo che arriva, mi stacca il cassetto che sta sotto il volante, attacca il suo argagno analizzatore alla presa che sta li dentro e subito ne esce con una diagnosi: “E’ il cilindro uno, sarà andata la bobina”, rientra in officina e ne riesce poco dopo con un’altro argano costituito da un tubo lungo e lucido e da un a testa rettangolare in plastica, apre il cofano, stacca di forza la plastica che sta sopra il motore, identifica il primo cilindro, stacca in connettore e con un’operazione a cuore aperto estrae dal motore un pezzo simile a quello che ha portato fuori dall’officina e quindi lo sostituisce con quello nuovo. Riprova ad accendere la macchina e lei torna a ronfare sorniona come se niente fosse.

Risultato dell’operazione? 15€ (+iva 21%) di lavoro 43€ +(iva 21%) per la bobina nuova … stica!!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.