Categorie
Editoriali

19 marzo 2009 – Diario di un pendolare

Oggi siamo qui con una nuova puntata di questa mia esperienza ferroviaria. Stavolta però anche per parlarne del bene … ma visto che le ferrovie dello stato non possono smentirsi, anche del male.

Orbene, iniziamo con ordine.
Succede che organizziamo un viaggio in quel di Roma per maggio. Vista la mia natura informatica mi occupo di prenotare i biglietti dell’eurostar e lo faccio via internet. E fino a qui nessun problema, il sito funziona, prenoto i biglietti, e grazie al suggerimento dell’uomo alla biglietteria di Mogliano (contattato di persona il giorno prima) riesco a fare la tariffa Amica che mi consente di scontare del 20% il tutto, e che non è male visto che sono 5 biglietti a/r in eurostar che svuotano la mia carta di credito.

Succede che, fatti del destino, devo spostare il viaggio alla settimana successiva. Poco male, faccio un salto sulla grande rete e trovo la funzionalità per il cambio prenotazione. Provo con l’andata, va tutto, ma al click finale appare il messaggio “Impossibile contattare il server, riprovare più tardi“ e non mi consente di andare avanti … vabbè ci provo con il ritorno e li il sistema mi risponde “Impossibile effettuare il cambio di prenotazione“.

Succede che, da comune mortale, immagino che il primo messaggio sia una cosa temporanea, mentre il secondo indichi qualche altro problema (es. la tariffa amica che fa casino). Poco male, la cosa va fatta e decido di passare in biglietteria il giorno dopo per dipanare la matassa.

Succede che la mattina dopo, riprovo a cambiare la prenotazione su internet, per vedere se il “Impossibile contattare il server” si è risolto. Provo con l’andata, stesso messaggio … ma ‘sti sistemisti delle ferrovie cosa fanno nella vita? bho’ … Per scaramanzia riprovo con il viaggio di ritorno e … oibò! Funziona! Riesco a cambiare la prenotazione … dico tra me strano … controllo sul sito e scopro che il giorno prima non potevo cambiare prenotazione perché era troppo presto! Era il 18/03 e dovevo prenotare il viaggio sul treno del 18/05. Essendo meno di due mesi non si può fare. Mentre nella mattinata del 19 si può. Più facile di così! Certo che se il messaggio di errore fosse stato un po’ più esplicito non sarebbe stato male.

Rimane solo l’andata, quindi alla sera passo per la stazione di Mogliano per fare il cambio. Li vi trovo un gentilissimo ferroviere che molto disponibile mi segue nelle mie disavventure. Insieme a lui scopro che il messaggio “Impossibile contattare il server, riprovare più tardi” in realtà voleva dire “Pirla, non puoi cambiare la prenotazione perché non ci sono più posti validi per la tariffa Amica“. Alla faccia dei messaggi parlanti! Per fortuna che il ferroviere mi viene incontro e combina a rimborsarmi il biglietto precedente e pagando la differenza a farmi prendere un biglietto scontato e quattro in tariffa standard. Meglio che niente.

Quindi voglio ringraziare il personale delle ferrovie, perché nonostante tutto, riescono a rendere accettabile le ferrovie.

P.S. Il treno che ho preso dopo era in ritardo di 10 minuti e ovviamente aveva la sua porta che non si apriva 🙂